Addio a Richard Benson


Si è spento all'età di 67 anni il popolare musicista e conduttore Richard Benson. Era ricoverato da tempo in una clinica romana. Queste le parole con cui, sul sito ufficiale, è stata resa nota la sua dipartita: "Carissimi amici e amiche, dobbiamo purtroppo darvi la notizia più brutta possibile. Richard ha lottato come un leone anche questa volta contro la morte e purtroppo non ce l'ha fatta. Ci ha lasciato. L'ultima volta però ci ha detto: 'Se muoio, muoio felice'".

Richard Benson nasce nel 1955 o almeno così pare. Madre romana e padre inglese, vive fino all'adolescenza in Gran Bretagna. Poi si trasferisce a Roma, dove per la prima volta imbraccia una chitarra elettrica, cominciando a costruire il mito del "profeta del metal".

Dalla fine degli anni '60 fa parte di vari gruppi giovanili, mostrando di saperci fare. Nella decade successiva abbraccia la musica a 360 gradi dividendosi tra palco, trasmissioni radiofoniche e riviste specializzate, nelle quali si occupa di recensire artisti di tanti generi diversi: dal rock progressivo al jazz, dall'opera al folk.

Dalla fine degli anni '70 si fa più continua la sua attività di conduttore di programmi tematici su varie reti televisive locali. Non è tipo da passare inosservato con quel look fatto da parrucconi nero corvino, occhiali da sole e giubbotto di pelle, abbinato ad una spiccata vena provocatoria e una cultura musicale fuori dal comune. Proprio per questo viene notato da Carlo Verdone che, nel 1992, gli affida un piccolo ruolo nel suo film "Maledetto il giorno che t'ho incontrato".

Intanto proseguono i suoi concerti, la cui deriva è sempre più rivolta alla trasgressione: le canzoni sono intervallate da amplessi simulati, linguaggio scurrile, ferite autoinferte più o meno reali e amenità varie. Si accompagna spesso con le pornodive Moana Pozzi e Milly D'Abbraccio. Mette su un mezzo circo, che relega nelle retrovie le sue qualità da musicista per puntare sulla provocazione. Dagli anni 2000 raccoglie i frutti del nuovo corso, al punto che il pubblico nei suoi concerti diventa parte attiva del delirio con lancio di cibi ormai non più idonei all'uso alimentare, scopini da bagno rigorosamente sporchi, polli e altri oggetti. I gestori dei locali sono costretti a montare una rete di protezione per proteggerlo dalla pioggia di rifiuti che i fan gli recapitano. Ma non si tratta di disprezzo, anzi. E' solo la condivisione di uno stile. E' fare finta di detestarsi per amarsi di più.

Le televisioni nazionali non restano impassibili di fronte al personaggio, che spesso guadagna delle ospitate in cui fa il gridazzaro, impazzisce e si mostra per ciò che ci si attende da lui. Ormai ha un pubblico adorante piuttosto nutrito ma nel 2016, attraverso i suoi canali social, annuncia di avere problemi cardiocircolatori, accompagnati da una certa precarietà economica. Parte così una campagna di crowdfunding per aiutarlo, che si rivela positiva oltre le attese. Inoltre diversi gruppi di Roma organizzano un concerto chiamato "Richard Benson Charity Live" devolvendogli l'incasso dell'evento.

Ma la salute col tempo peggiora, fino a condurlo alla morte. Richard si è spento dopo aver lottato, come sempre. Da oggi c'è un distorsore in più in mezzo al cielo.

Temistocle Marasco

Ti piacciono i nostri articoli? iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!

GOSSIP E CURIOSITÀ

News dal mondo della musica

Umbria Jazz: 260 concerti in 10 giorni

20/05/2022

Oltre 260 eventi in 10 giorni, 11 diverse location e 90 band per un totale di 500 musicisti. Dopo 2 anni di stop o di edizioni in pillole, torna a Perugia, dall'8 al 17 luglio, l'Umbria Jazz extended version, il più importante festival jezzistico italiano, nato nel 1973.

CONCERTI ED EVENTI

Dire Straits: la storia del titolo di "Sultans Of Swing"

19/05/2022

"Sultans Of Swing" è una canzone simbolo dei Dire Straits, con quella chitarra sobria, ma terribilmente incisiva. Dietro il titolo del brano c'è una storia e oggi proveremo a raccontarla.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Lene Marlin dove sei?

17/05/2022

Che fine ha fatto Lene Marlin? Da "Unforgivable Sinner" ai giorni nostri. Storie di corazze mancate.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Eurovision Song Contest 2022: vince l'Ucraina


L'Ucraina non ha vinto, ha stravinto la 66° edizione dell'Eurovision Song Contest. La canzone "Stefania" della Kalush Orchestra ha ottenuto 631 punti totali, ben 165 punti in più del Regno Unito, secondo classificato con Sam Ryder che ha cantato "Space Man".

CONCERTI ED EVENTI

Metallica: ragazza brasiliana partorisce durante il concerto

14/05/2022

Lo scorso weekend i Metallica si sono esibiti in Brasile, a Curitiba, davanti alla consueta muraglia umana, e li, mentre suonavano "Enter Sandman", è sbocciata una vita.

CONCERTI ED EVENTI

Jovanotti: il migliore spot per la Calabria

12/05/2022

Jovanotti ha scelto la Calabria per girare il videoclip di "Alla Salute", un brano ben augurante e di festa. La location individuata è Scilla, in particolare la località Chianalea, che è il borgo più antico del paese, anche detto "la Venezia del sud".

CONCERTI ED EVENTI

Eurovision Song Costest: la corsia preferenziale delle "Big Five"

11/05/2022

All'Eurovision Song Contest ci sono 5 nazioni che accedono direttamente alla finale: quali sono e perchè hanno questo privilegio.

CONCERTI ED EVENTI

Addio a Richard Benson

10/05/2022

Si è spento all'età di 67 anni il popolare musicista e conduttore Richard Benson. Era ricoverato da tempo in una clinica romana.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Qual è la canzone più lunga al mondo?

09/05/2022

La durata media di una canzone è 3 minuti. Ci credereste se qualcuno vi dicesse che c'è un brano che dura 18 giorni?

GOSSIP E CURIOSITÀ

Sondaggio

Le canzoni sulla "Pace" - STOP WAR - Quale la tua preferita?

 
Risultati sondaggio
Plastic Ono Band - Give peace a chance
John Lennon - Imagine
Black Eyed Peas - Where is the love
Passengers - Miss Sarajevo
U2 - Peace on Earth
Bruce Springsteen - War
Bob Dylan - Blowin' in the wind
Scorpions - Wind of change
Michael Jackson - Earth Song