Coronavirus: eventi live annullati. Cambia la geografia dei concerti?


Il Coronavirus sta condizionando non poco il mondo della musica, la cui più significativa espressione è l'evento dal vivo. Se la principale precauzione è quella di evitare i luoghi affollati, il concerto è uno degli appuntamenti in cima alla lista nera.

Le regioni in cui si sono manifestati i focolai hanno previsto lo stop con specifiche ordinanze non solo dei tour, ma anche di qualsiasi altra manifestazione culturale. Gli artisti si sono dovuti adeguare, comunicando tramite i canali social l'annullamento di diverse date e il rinvio di altre. Tra loro i Pinguini Tattici Nucleari, Negrita, Brunori Sas, Angelo Branduardi e Bugo. Ma anche Loredana Bertè, Romina Falconi, i Fast Animals and Slow Kids, Algiers, Francesca Michielin, Giusy Ferreri, Antonello Venditti, PFM e tanti altri.

E' una lista che si allunga di ora in ora anche perché, Lazio escluso, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia sono le regioni in cui si organizza il maggior numero di concerti. Il sud è meno gettonato dai cantanti italiani e totalmente ignorato dagli artisti stranieri. Pensare di assistere ad un evento internazionale al di sotto di Roma è fantascienza.

Tuttavia, qualora lo stato di pericolo dovesse protrarsi a lungo, la geografia dei concerti sarebbe destinata a cambiare almeno temporaneamente?
Probabilmente no e questo per una serie di motivi. Al sud la carenza di infrastrutture si traduce nelle difficoltà di raggiungere determinati luoghi, sia per gli artisti che per i fan. Una seconda ragione si ritrova nel modesto numero di spazi adibiti ai concerti e la scarsa sicurezza ravvisata in alcuni degli impianti esistenti. Una terza motivazione è il difetto di coordinamento tra gli organizzatori dei concerti e le agenzie di stampa locali preposte alla comunicazione, con il risultato di una pubblicità degli eventi non sempre efficace.

Altro motivo è la carente organizzazione generale, che ha condotto, ad esempio, un cantante come Eros Ramazzotti a dire che non avrebbe più suonato al sud per questi motivi: "Amo l'Italia, ma purtroppo le cose non funzionano come dovrebbero. Nel senso che, e lo ripeto da anni, gli spazi per la musica sono inadatti. Poi, più vai a sud e più la situazione peggiora: menefreghismo, mancanza di professionalità, costruzioni di 40 anni mai ammodernate. Ci sono spazi in cui è impossibile montare una struttura per un concerto, ed è per questo che da molto tempo non faccio più date al sud, nonostante io ami quel pubblico e il suo calore. Ma la realtà è questa: vai all'estero e trovi spazi per concerti costruiti in modo perfetto, per accogliere sport e musica, poi torni in Italia e sembra un viaggio all'indietro nel tempo". Ultimamente l'artista romano si è esibito anche al sud, con i concerti a Taormina ed Eboli, ma difficilmente avrà cambiato idea.

Temistocle Marasco

Ti piacciono i nostri articoli? iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!

GOSSIP E CURIOSITÀ

News dal mondo della musica

Annalisa Minetti: l'intervista per l'uscita del singolo "Torno A Napoli"


Annalisa Minetti ha recentemente pubblicato il singolo "Torno A Napoli", che è una dichiarazione d'amore verso un luogo e verso un popolo al quale è molto legata. Abbiamo così avuto l'opportunità di chiederle del suo rapporto con la città partenopea e delle sue nuove sfide nel campo artistico, sportivo, e più in generale nella vita, avendo la conferma di una donna che si mette costantemente alla prova e cerca sempre di migliorarsi.

INTERVISTE

Giacomo Puccini: una graphic novel a 100 anni dalla sua morte


Una graphic novel che, nel centenario della morte, vuole narrare la grandezza artistica e le vicende umane del grande compositore lucchese.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Djonga: a fuoco i gioielli di famiglia durante un concerto!

01/03/2024

Durante una esibizione a Rio De Janerio, il rapper Djonga è incorso in un incidente che poteva costargli caro.

CONCERTI ED EVENTI

In vendita la casa londinese di Freddie Mercury


L'agenzia immobiliare Knight Frank ha reso noto che la casa londinese di Freddie Mercury è sul mercato. Il prezzo base è 30 milioni di sterline.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Hackerare le casse del vicino che ascolta reggaeton

28/02/2024

Un progetto nato per gioco potrebbe essere la risposta. L'intelligenza artificiale si mette al servizio delle battaglie condominiali.

GOSSIP E CURIOSITÀ

In Inghilterra le monete con il volto di George Michael

27/02/2024

Sir George avrà le sue monete. La zecca britannica (chiamata Royal Mint) ha coniato una serie di monete commemorative con il volto dell'artista.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Festival di San Marino 2024: all'Eurovision ci vanno i Megara

25/02/2024

Iera sera si è tenuta la finalissima del festival "Una voce per San Marino", manifestazione organizzata dalla Repubblica di San Marino, giunta alla sua terza edizione.

CONCERTI ED EVENTI

Il Volo: fine del grande amore?

24/02/2024

C'è aria di separazione per il Volo. Il gruppo ha tagliato il traguardo dei 15 anni di carriera, come hanno ricordato sul palco dell'Ariston nell'ultimo festival di Sanremo.

GOSSIP E CURIOSITÀ

4 film per 4 Beatles

23/02/2024

Sam Mendes, regista di "American Beauty" e di più di un "007", dirigerà 4 film sui Beatles, uno per ciascun componente della band.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Sondaggio

Le canzoni sulla "Pace" - STOP WAR - Quale la tua preferita?

 
Risultati sondaggio
Plastic Ono Band - Give peace a chance
John Lennon - Imagine
Black Eyed Peas - Where is the love
Passengers - Miss Sarajevo
U2 - Peace on Earth
Bruce Springsteen - War
Bob Dylan - Blowin' in the wind
Scorpions - Wind of change
Michael Jackson - Earth Song